Amaro e piccante nell’olio extravergine

Amaro e piccante nell’olio extravergine

Nella valutazione di un ottimo olio extravergine di oliva concorrono diversi fattori; tra questi vi sono le componenti di amaro e piccante, due caratteristiche che non sempre sono apprezzate dai consumatori. Tuttavia, queste sostanze si generano nell’olio come conseguenza diretta della presenza di sostanze polifenoliche e, di certo, non rappresentano un difetto.

Amaro e piccante, infatti, sono una sorta di indicatori della qualità dell’olio, oltre ad essere un segno della presenza di sostanze benefiche per il nostro organismo; maggiore è la sensazione di questi gusti al palato, infatti, maggiore è la presenza di sostanze polifenoliche nell’olio.

I polifenoli, caratterizzati da un forte potere antiossidante, contribuiscono alla prevenzione di diverse patologie degenerative e la loro presenza, all’interno dell’olio extravergine di oliva, è indice di prodotto ad elevata qualità.

Tuttavia, le sensazioni di amaro e piccante non dovrebbero prevalere nell’insieme sensoriale complessivo del prodotto; tutte le caratteristiche che rendono speciale un olio dovrebbero essere in equilibrio tra loro. In sede di concorsi oleari, questo è un parametro estremamente importante nella valutazione di un olio di alta o bassa qualità.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi